Scienze Dell'educazione Unipa Piano Di Studi 2020, Charm Pandora Farfalla Pendente, Pandora Charm Cuore Blu, Alessandro In Cinese, Parcheggio Funicolare Montecatini, Essere Sfuggente Con Una Ragazza, " />

norme redazionali tesi unibo italianistica

senza luogo (di edizione), s.e. Norme tipografiche per la stesura delle tesi di laurea; I commenti sono chiusi. Copertina in cartoncino morbido e leggero (rilegature più importanti sono ad esclusivo … -          Ogni docente può far parte di più sottocommissioni per ogni seduta di laurea, sia come relatore / relatrice che come discussant. Formattazione Il testo devo essere redatto u… NORME GENERALI 2500-3000 caratteri max per pagina. Nel corso del testo o in nota si troverà: I riferimenti bibliografici finali si presenteranno così: Eco 1968a        Eco Umberto, La definizione dell’arte, Milano, Mursia, 1968. Norme di redazionali per la Tesi — Lettere – Laurea – Bologna La scelta del metodo di citazione dipende dalla disciplina e dal nome di ricerca e deve essere concordata con il relatore. AMS tesi di laurea offre ai laureandi l’opportunità di valorizzare il proprio lavoro di ricerca. Di solito e organizzata in tre sezioni: 1. ); anche: §, r.                    riga (plurale: rr. Università. Nella stesura della tesi di laurea, lo studente è tenuto ad attenersi alle seguenti indicazioni di carattere ortografico. Altre indicazioni di carattere formale (l’uso delle virgolette, le modalità di citazione, ecc.) Con oltre 500 anni di storia e 15mila studenti, produce conoscenza in 2 I. FONT E IMPAGINAZIONE-Font: Garamond 14 per il testo; Garamond 12 per le note. L’assegnazione del punteggio all’elaborato finale avviene senza conoscere il voto di ammissione dello studente / della studentessa. Consulta le informazioni sulla proclamazione. -          La prova può avvalersi di supporti di tipo cartaceo, informatico, audiovisivo, multimediale od altro. norme redazionali 1. Il calendario delle discussioni e la composizione delle sottocommissioni vengono resi pubblici entro i termini stabiliti dal consiglio di cds sul sito del cds e nella bacheca del Dipartimento di riferimento. NORME REDAZIONALI 1) Caratteri: non si usa (se non per ragioni speciali) il neretto; il corsivo si usa limitatamente alle parole straniere e ai titoli delle opere, o in funzione di evidenziazione (non abusare di quest’ultima opzione). figura (plurale: figg. Contributo e abstract vanno inviati in formato Word (doc o docx), in 4 file distinti: I. Testo (comprensivo di note) II. COMPOSIZIONE: la tesi sarà composta nell’ordine da: FRONTESPIZIO, INDICE, INTRODUZIONE, TESTO suddiviso in capitoli, CONCLUSIONI, eventuale APPENDICE, BIBLIOGRAFIA. Evitare una formulazione del tipo: Migliorini (1948: passim). Contatti Biblioteca di Ingegneria G. Ricerca nel Catalogo dei materiali … Eco 1969          Eco Umberto, Le strutture narrative in Fleming, in L’analisi del racconto, Milano, Bompiani, 1969. Per tutti i corsi di studio la tesi/elaborato va allegato alla procedura online come indicato alla pagina procedura della domanda di laurea online Frontespizio: deve contenere l'indicazione dell'Università, del Dipartimento, del Corso di studio e dell’anno accademico; il titolo della tesi nella sua forma completa; il nome del … NORME REDAZIONALI PER LA STESURA DELLA TESI . L’indice deve precedere il testo della tesi. 1.4 Introduzione E la parte della tesi letta con curiosit a e attenzione da tutti coloro che hanno trovato interessante il riassunto. Insegnamento. Norme redazionali. dimensione del carattere: 12 pti norme redazionali La tesi deve avere, di norma, le seguenti caratteristiche: - pagine di 32 - 35 righe, ciascuna di 65 - 70 caratteri di tipo stabilito (times, courier, helvetica) Per laurearti devi proporre un argomento di tesi a un … Gli studenti interessati possono inviare una e-mail ai tutor Edoardo Bassetti ( edoardo.bassetti2@studio.unibo.it ), Arianna Capirossi ( arianna.capirossi@unibo.it ), Alessandra Di Tella ( alessandra.ditella2@unibo.it ) per porre i loro quesiti e/o per richiedere un colloquio su Teams. >i puF citare semplicemente un sito di riferimento ad esempio 9ttp,''www.arc9ive.or'indeJ.p9p 2. Per informazioni in merito ai servizi bibliotecari è possibile scrivere a: abis.bibliotecacicu@unibo.it. articolo (per articoli di Legge), c.                   carta (plurale: cc. 1 di 4 Indicazioni redazionali per la stesura della tesi di laurea Dipartimento SPGI Norme base La tesi deve presentare le seguenti caratteristiche: dimensione fogli: A4, orientamento verticale stampa fronte/retro colore del Font del corpo del testo: Times New Roman 12 Oltre alla bibliografia la tesi può contenere un elenco di indirizzi web consultati, da disporre in ordine alfabetico (Sitografia). NORME DI REDAZIONE TESI DI LAUREA 1) Impostazione della pagina Margini (sx, dx, sopra e sotto) = 3 cm Intestazione = 1,5 cm Pié di pagina = 1,5 cm Tabulazioni = 1,5 cm Rilegatura = 1,5 cm Interlinea = corpo del testo = 1,5; note = 1 Font = Times New Roman; corpo del testo 13 pt, note a pié di pagina 10 pt 2) Allineamento paragrafo Eventualmente possono essere inseriti anche allegati e un’appendice, usati a scelta discrezionale … -          La prova finale della Laurea verrà assegnata di norma in una disciplina che sia stata inserita dallo studente nel piano degli studi; eventuali situazioni eccezionali dovranno essere valutate dal Consiglio di Corso di Laurea. Si può citare semplicemente un sito di riferimento, ad esempio http://www.archive.org/index.php. ), MS               manoscritto (plurale: MSS), n.                  numero (plurale: nn. senza data (di edizione), s.l. Gli studenti che intendono laurearsi nelle mie materie d'insegnamento scriveranno la tesi sulla base delle norme redazionali riportate al sito della Scuola di Lettere e Beni Culturali dell'Università di Bologna. NORME REDAZIONALI PER LE TESI DI LAUREA NORME GENERALI CARATTERE - Non usare mai neretto/grassetto e sottolineatura. La proclamazione di Ateneo si svolgerà in un momento successivo, secondo le tempistiche e con le procedure e modalità individuate annualmente dall’Ateneo. Norme redazionali per la tesi e l’elaborato finale Pubblicato il 02/04/2016 scaduto Le norme redazionali per la compilazione dell’elaborato finale (triennale) e per la tesi (magistrale) sono disponibili sulla pagina personale della coordinatrice. Abbreviazioni più consuete da usare in nota o nel testo, art. Per le norme relative alla Bibliografia le laureande e i laureandi sono invitati a prendere contatto con la propria relatrice / il proprio relatore. È consigliabile suddividere i riferimenti bibliografici in sezioni che comprendono fonti primarie (testi e fonti inedite) e letteratura critica (secondaria). Nel caso di unodue o tre curatori si dà la precedenza al titolo; in caso di più di due curatori, si cita solo il primo curatore, seguito dalla formula et al. L’elaborato di tesi dovrà essere caricarlo come file in formato .pdf su Studenti Online entro la le date indicate nell’apposita sezione, attenendosi alle seguenti norme di Formattazione: 1) I testi devono essere redatti utilizzando il font Times New Roman2) Il corpo del carattere deve essere 12 (le note vanno in corpo 10)3) La misura dei margini destro-sinistro e superiore-inferiore deve essere di 2,5 cm.4) L’interlinea deve essere 1,5. ), par. L’Ateneo, con Delibera del Senato n. 3/2008/IV/3 del 17 novembre 2008, ha attivato il servizio Tesi on line, indicando come periodo di attivazione l'anno 2009 (secondo le tempistiche che le strutture didattiche hanno deciso di adottare). Gli studenti interessati possono inviare una e-mail ai tutor Edoardo Bassetti (edoardo.bassetti2@studio.unibo.it), Arianna Capirossi (arianna.capirossi@unibo.it), Alessandra Di Tella (alessandra.ditella2@unibo.it) per porre i loro quesiti e/o per … -          Al termine della discussione non avviene alcuna proclamazione; la discussione non attribuisce la laurea. Norme di carattere generale Il titolo della tesi si scrive con caratteri maggiori rispetto a quelli del testo. -          La discussione dell’elaborato è pubblica. occorre sempre concordare con il proprio relatore l’uso citazionale, spesso specifico per ciascun settore di studi e per ogni particolare disciplina. Per ogni testo citato sono specificati solo il cognome dell’autore e l’anno di edizione; qualora vi siano varie opere dello stesso autore uscite nel medesimo anno, esse sono distinte con diversa lettera alfabetica, come negli esempi che seguono. ), cap. confrontare, vedere anche, riferirsi a, fig. 2018/2019 possono essere di vario enere, 1. Il deposito è dedicato alla raccolta, conservazione e diffusione on-line delle tesi di laurea in formato elettronico dei Corsi di Studio aderenti al servizio. Breve abstract in inglese 2. Lunghezza della tesi Il testo centrale della norrme escluse la bibliografia ed eventuali appendici con questa formattazione deve avere una lunghezza minima di 80 pagine. Qualora all’elaborato finale fosse assegnato il punteggio massimo (3+lode), ma la somma con il voto di ammissione non permettesse l’attribuzione della lode, il punteggio viene convertito in 4 punti (ad esempio, se lo studente / la studentessa fosse ammesso/a con 105 e il suo elaborato finale ottenesse il punteggio di 3 punti con lode, il voto finale sarebbe di 109). [ Bibliografia III. A partire dal 2017, il CLUB organizza ogni anno un CLUB DAY “Una tesi in linguistica” dedicato alle migliori tesi magistrali nei settori scientifico-disciplinari L-LIN/01, L-LIN/02 e L-FIL-LET/12 dell’ultimo anno accademico. Sono possibili variazioni nei dettagli, da concordare col proprio relatore. Norme tipografiche e redazionali - Tesi di Laurea e di Dottorato . -          Al termine della seduta il segretario redige il verbale, compilando l’apposito modulo, che dovrà contenere: nome e cognome dei commissari; nome, cognome e matricola dei laureandi/delle laureande, titolo degli elaborati e proposta di punteggio per ogni singolo elaborato: L’attribuzione del punteggio massimo (3 punti o 3 punti + lode) è possibile solo per tesi realmente eccellenti, che abbiano un qualche carattere di originalità, con una bibliografia ordinata, coerente ed esaustiva, che rivelino piena padronanza della lingua italiana e buona capacità di pianificazione e redazione di un testo scritto. È preferibile utilizzare caratteri come Times New Roman o Calibri (facilmente supportati da tutti i Presentazione del problema, che introduce il lettore al problema a -          Il relatore / la relatrice individua almeno due colleghi/e della stessa area disciplinare o di aree disciplinari affini a quella dell’argomento trattato nella tesi e compone la sottocommissione di fronte alla quale il laureando / la laureanda presenterà il proprio elaborato; ogni sottocommissione si compone dunque di almeno tre membri, tra i quali almeno due strutturati (po, pa, ric, rtd). Il Vademecum ha l’obiettivo di uniformare l’utilizzo di alcune norme redazionali cui i laureandi devono attenersi (ad esempio, impaginazione e numerazione delle sezioni). Citazioni bibliografiche, nel testo e nelle note. 6. Molte abbreviazioni sono poi legate alla tradizione delle diverse discipline. Alcune fotocopie del manuale sono disponibili per i … 4.5.1 Accento grave e accento acuto La distinzione tra accento grave e accento acuto si segnala sempre e solo: (1) nel caso della “e”; (2) nelle parole accentate sull’ultima sillaba. Il relatore della prova finale è o il responsabile didattico della disciplina o il docente con cui si è sostenuto l'esame della disciplina stessa. Norme redazionali tesi unibo giurisprudenza. Norme per la redazione della tesi. Il relatore e il correlatore possono, a loro discrezione, chiedere una copia cartacea della tesi. norme redazionali per redigere in modo corretto una tesi. Norme editoriali indicative per la redazione della tesi di laurea Formato A4. diversa/e: Ivi, p./pp. c. se si cita lo stesso autore della nota precedente (con opera diversa): Idem / Id. Linee guida per gli autori I contributi devono essere redatti in conformità alle seguenti indicazioni. b. nello stesso luogo e nella/e stessa/e p./pp. senza indicazione di editore, seg. Si può citare un articolo tratto da un sito web: Maurizio Boscarol, “Che cos’è l’usabilità dei siti Web”, 30/11/2000, http://www.usabile.it/012000.htm, Occorre inserire la data di ultima consultazione della risorsa (ultima consultazione: gg.mm.aaaa). Nell’Indice si riporta l’Introduzione, la divisione in capitoli ed eventuali paragrafi (seguiti dal titolo del paragrafo), la Conclusione e la Bibliografia, il tutto seguito dal numero di pagina. Eco 1968b        Eco Umberto, La struttura assente, Milano, Bompiani, 1968. La prova finale per il conseguimento della Laurea è pubblica e consiste nella discussione di un testo scritto dal candidato, compreso di norma tra un minimo di 50.000 a un massimo di 140.000 battute, spazi inclusi. Filippo … Alcune fotocopie del manuale sono disponibili per i docenti presso la Segreteria di Psicologia. La commissione si riunisce a conclusione dei lavori delle sottocommissioni e, preso atto della valutazione e tenuto conto del parere della stessa, assegna il voto finale secondo i criteri generali di valutazione stabiliti dal Consiglio di Corso di studio, procedendo alla contestuale verbalizzazione solo per via telematica: in questa fase, il voto sarà dunque comunicato allo studente solo mediante gli applicativi di ateneo. Copertina in cartoncino morbido e leggero (rilegature più importanti sono ad esclusivo uso dello studente); sulla copertina devono comparire nel seguente ordine: Quando la citazione si ricollega all’autore citato, il cognome va seguito, tra parentesi, da anno di pubblicazione del saggio, due punti, spazio e numero della pagina. -Impaginazione: interlinea doppia; margini: superiore 3, inferiore 4, sinistro 4, destro 3. Insegnamento. NORME REDAZIONALI PER LE TESI DI LAUREA NORME GENERALI CARATTERE – Non usare mai neretto/grassetto e sottolineatura. ), vol. Anno Accademico. Indicazioni redazionali per la stesura della tesi di laurea Dipartimento SPGI Norme base La tesi deve presentare le seguenti caratteristiche: dimensione fogli: A4, orientamento verticale stampa fronte/retro colore del carattere nero font ammessi: Times new roman; Arial. : Ibidem o Ibid. 1 Norme redazionali per le tesi di laurea Come costruire le note a piè pagina? Università di Bologna. Il modello autore-data consente di costruire un apparato di note estremamente economico, poiché non richiede la menzione di tutti i dati bibliografici dell’opera alla quale si sta facendo riferimento. Università di Bologna. Regole redazionali, criteri di compattazione tesi e facsimile copertine tesi . Home Submission Contatti News Home Dottorato. Qualora al candidato / alla candidata fossero attribuiti 3 punti, senza esplicita indicazione di lode, e la somma dei punti attribuiti e del punteggio di partenza fosse superiore a 110 (cioè maggiore o uguale a 111), al candidato / alla candidata viene attribuita d’ufficio la lode. L’indice, infatti, ha la funzione essenziale dicostringere a delimitare il proprio campo d’indagine e, in tal modo, di chiarire anzitutto a se stessiquali debbano essere le … Se ci sono più edizioni dello stesso autore esse vanno indicate in ordine cronologico di edizione dalla più vecchia alla più recente. Norme redazionali per la stesura della tesi di laurea. -          Non vi è limite al numero di elaborati presentati di fronte ad ogni sottocommissione. ... Tesi di laurea e dottorato Cognome, iniziale del Nome puntato (anno di pubblicazione), Titolo della tesi in corsivo, tipologia di tesi, Istituzione, Luogo dell'istituzione. ALLEGATI Emergenza COVID-19 – Norme di accesso al DSG 142Kb “…”              virgolette alte doppie o tonde: devono essere usate per: b. quando si desidera enfatizzare un termine o una frase; c. per citare titoli e sottotitoli di testi contenuti in opere collettive; d.  per citare internamente a frasi già incluse in virgolette caporali («...  “  ”  ...»), ‘…’              virgolette alte singole: vanno usate al posto delle virgolette doppie quando si trovano in un testo che è già racchiuso tra virgolette doppie, [  ]                parentesi quadre: per segnalare all’interno di un testo non originale (cioè citato) una qualsiasi intromissione dello scrivente, corsivo          da utilizzare nel momento in cui compaiono nel testo termini stranieri (rispetto all’italiano) o in latino/greco, nonché quando sono citati, 8.

Scienze Dell'educazione Unipa Piano Di Studi 2020, Charm Pandora Farfalla Pendente, Pandora Charm Cuore Blu, Alessandro In Cinese, Parcheggio Funicolare Montecatini, Essere Sfuggente Con Una Ragazza,

Recent Posts

Leave a Comment

Contattaci

Scrivici! Ti risponderemo al più presto!

Seguici su Facebook